85.000 euro per accertare i pagamenti ICI e rifiuti.

31.03.2013 00:01

Noi siamo del parere che il Comune debba ridurre le proprie spese correnti per autosostentamento destinando i risparmi a ridurre il costo dei servizi (es. scuola materna, nido) ed incrementando gli aiuti per famiglie in difficoltà.

Al contrario, l'Amministrazione NON riduce le spese ma tenta di incrementare gli introiti spendendo però 85.000 euro per dare incarico ad una società esterna di scovare pseudo-evasori ICI o rifiuti.

Già il fatto di non utilizzare i funzionari comunali a cui spettano tali mansioni ci colpisce (ci si chiede se perchè essi sono troppo presi da eccessivi carichi di lavoro o se non adeguatamente preparati),  se a ciò si aggiunge che a volte l'accertamento si è rivelato erroneo, la soluzione adottata dal Sindaco BORDONI ci pare anche inutilmente vessatoria nei confronti dei cittadini.

L'entità delle "bollette" emesse a dicembre 2012 va da poche decine di euro fino a migliaia di euro con aggiunta preventiva di sanzioni a carico. I cittadini hanno dovuto ricorrere a commercialisti e geometri, scrivere al comune, raccomandate RR, telefonate spesso inconcludenti perchè gli impegati comunali demandano alla società esterna, ecc..  Nasceranno contenziosi a iosa che il Comune si troverà a gestire per molti anni. L'esperienza la dice lunga, basta citare le pratiche di condono edilizio del 1985 tuttora in corso........................

Siamo di altro parere, quello della collaborazione dei funzionari comunali con i cittadini. Siamo per un confronto preventivo Comune - Cittadino per derimere le divergenze e solo dopo procedere con accertamanti e sanzioni......... e senza spendere un mucchio di soldi per incarichi ad agenzie esterne. 

 

 

Seguici anche su:

  www.facebook.com/   e   twitter.com/

oppure visita la nostra pagina:

www.facebook.com/pages/Besnate-Civica-Associazione/232717003570401?fref=ts