IL PROGRAMMA ELETTORALE DI BESNATE CIVICA

28.04.2014 18:57

Una lista nuova, indipendente con idee e progetti concreti, fattibili per una Besnate pulita, informata e sicura.

 

Besnate sta diventando un paese “dormitorio”, lo si può paragonare ad una bella macchina, purtroppo, senza più benzina.

Noi besnatesi abbiamo una storia alle spalle che può permetterci di rilanciarlo, non possiamo più stare a guardare e aspettare che si spenga pian piano.

Ognuno di noi nel proprio piccolo può fare qualcosa anche e soprattutto collaborando con BESNATE CIVICA. Supportateci e credete in noi.

Nel nostro programma elettorale ci sono dei punti importanti riguardanti la salvaguardia dell’ambiente, la sicurezza, l’attenzione verso le nuove generazioni, che sono il futuro del nostro paese, e il supporto ai servizi necessari agli anziani.

 

 

PROGRAMMA

Linee Guida

 

Rilancio del paese, difesa della salute, difesa dell’ambiente, viabilità ripensata, strade sicure per tutti, misure che favoriscano tutte le attività che siano in grado di creare lavoro e occupazione.

● Contenimento dei costi dei servizi

● Rinnovata attenzione per i servizi sociali con ampio coinvolgimento delle Associazioni e Istituzioni che operano sul territorio

● Sostegno concreto alle famiglie, in particolare alle categorie più deboli

● Aumento della collaborazione tra tutti gli attori privati e pubblici: famiglie, istituzioni, insegnanti, Parrocchia, educatori, associazioni culturali e sportive affinché possano partecipare di concerto all’obiettivo comune dell’educazione, della cultura, dello sport e della salvaguardia delle tradizioni

● Trasparenza dell’azione amministrativa e condivisione con i cittadini delle scelte più importanti

● Continuità dei servizi e delle attività positive realizzate dalle Amministrazioni precedenti, interventi per superare e migliorare quelle non condivise e annullamenti di quelle non favorevoli al benessere del paese

● Qualora il risultato elettorale premiasse un’altra Lista, Besnate Civica collaborerà in modo costruttivo, mettendo a disposizione degli Amministratori in carica le proprie professionalità ed esperienze, sempre per il bene del paese che è l’interesse principale

● In questo quadro di riferimento si svilupperà la nostra azione con progetti specifici.

 

1 TRASPARENZA E ONESTA’

AMMINISTRATIVA

 

Per la salvaguardia del cittadino dalla corruzione e dal malaffare, piaga della moderna politica amministrativa, sarà deliberata una norma che preveda da parte di ogni amministratore, sia esso politico (sindaco, assessori, consiglieri) o tecnico, la dichiarazione in totale trasparenza e onestà verso il cittadino, del proprio reddito, del proprio patrimonio e degli eventuali conflitti con realtà aventi interessi economici con l’ente comunale.

 

2 BUROCRAZIA COMUNALE

 

Semplificheremo la burocrazia, rimuovendo le cause che danneggiano il cittadino e lo sviluppo di attività.

Miglioreremo, dialogando, il rapporto tra le persone ed il Comune; eviteremo il sorgere delle centinaia di piccoli contenziosi causati da regole vessatorie che in questi anni hanno coinvolto centinaia di besnatesi.

Sono interventi a costo zero, ottimizzeremo la “macchina” burocratica per renderla più efficiente e meno onerosa, collaborando e creando convenzioni con altri Comuni limitrofi. Attività attuabili che consentono risparmi di spesa e unificazione dei centri di costo, economie di scala stimolate anche da incentivi finanziari regionali disponibili.

 

3 SICUREZZA STRADALE E VIABILITA’

UN PAESE PEDONALIZZATO

 

Daremo vita ad azioni concrete volte a far tornare la vecchia “cultura” del paese con una viabilità a misura di pedone e ciclista. Cultura che c’è sempre stata nelle piccole cittadine come Besnate.

Renderemo possibile raggiungere il centro del paese, la scuola, il cimitero, ecc. senza pericolo di essere investiti, quindi verrà sempre meno l’esigenza di usare l’auto per spostarsi in paese.

Concretamente realizzeremo marciapiedi e piste ciclabili con priorità alle vie principali: Via Marconi, Via Libertà, Via Palestro, Via Tomasetto e il completamento di Via Jerago e della Via Alfredo Di Dio.

Prevediamo una modifica del PGT (Piano di Governo del Territorio) finalizzata a realizzare NUOVI PARCHEGGI alle scuole elementari e inoltre sarà portato a termine il parcheggio di Via Scafetta al servizio degli utenti della Mutua e del futuro Centro diurno per anziani.

 

4 CENTRO RACCOLTA RIFIUTI

 

Daremo immediato corso ad un NUOVO PROGETTO di Piattaforma ecologica a misura dei Besnatesi, in Via Gallarate, nell'angolo in fondo all'area industriale, vicino alla bretella autostradale, su area già di proprietà comunale di 3.400 mq.

Saremo ovviamente disponibili a valutare qualsiasi ulteriore contributo positivo.

 

Il centro raccolta e stoccaggio rifiuti fin qui progettato e approvato in Via Alfredo Di Dio è un centro stoccaggio rifiuti di rilevanza provinciale all’interno del centro abitato, fatto per accondiscendere alle esigenze di COINGER srl.  Sarà di  SUA  proprietà, rovinerà per sempre Besnate.

Le scelte politiche/amministrative devono essere responsabili, lungimiranti, basate sulla valutazione dei rischi e ispirate al principio di cautela.

Purtroppo quelle dell’Amministrazione uscente e di quella precedente sul tema, sono state contro il bene del paese e per anni la verità è stata nascosta ai cittadini non salvaguardando il bene comune (info e documentazione sul nostro sito www.besnatecivica.it che riporta i dati del progetto).

Daremo avvio ai procedimenti amministrativi necessari a impedirne la realizzazione, riconsiderando tutti quegli aspetti come l’idoneità del sito prescelto, dimensioni dell’impianto, quantità e qualità dei rifiuti conferibili, alla luce dell’impatto insostenibile sulla salute, sull’ambiente e sul traffico.

Vogliamo dare voce e sostegno alla legittima e civile protesta dei Besnatesi, che sin dall’origine si sono opposti alla realizzazione dell’impianto della Coinger, a partire da una Petizione popolare firmata da ben 1.045 cittadini del tutto ignorata, fino alla presentazione di quattro ricorsi al Tar di Milano, ottenendo un primo importantissimo risultato a favore di tutta la cittadinanza: lo stop ai lavori.

I NO A QUESTO CENTRO DI RACCOLTA RIFIUTI diventeranno ancor più numerosi quando avremo fatto ciò che chi ci ha preceduto si è guardato bene dal fare: dare ai Besnatesi una chiara, onesta e trasparente informazione su che cosa è davvero il progetto di Coinger srl: RISCHI E PERICOLI per la salute e l’ambiente, gravissimi DISAGI per la cittadinanza (traffico di mezzi pesanti anche in centro paese, rumore, esalazioni maleodoranti, solo per citarne alcune), NESSUN VANTAGGIO ma, anzi, TANTI SVANTAGGI anche economici per i besnatesi (svalutazione delle proprietà immobiliari e cure per malattie da inquinamento).

 

A questo punto il destino del paese è proprio nelle nostre mani come l’EREDITA’ di un paese degradato per sempre che lasceremmo alle future generazioni.

 

5 FOTOVOLTAICO

INIZIAMO DAL CIMITERO

 

Guarderemo al futuro con progetti ambiziosi di fonti rinnovabili ed eco sostenibili con insediamenti fotovoltaici negli altri immobili pubblici, scuole e palestra. Inizieremo con un piccolo insediamento al cimitero, di semplice realizzo ma che aprirà la strada ad un nuovo modo di pensare alla produzione di energia. Con un piccolo investimento per la produzione dei pochi chilowattora necessari illumineremo a costo zero le lampade votive.

 

6 CENTRO ANZIANI

 

Creeremo un centro diurno per anziani che permetta loro di trascorrere serenamente le ore della giornata, di stare in compagnia socializzando con attività di tipo ludico, ricreativo e motorio. Ripristineremo i campi da bocce del vecchio Circolo di Via Matteotti. Il Centro fornirà accoglienza anche per anziani con problemi di salute, in alcune ore della giornata (8-17 circa) dal lunedì al venerdì, pranzo compreso. Saranno previsti corsi di ginnastica per la terza età e momenti di formazione per gli anziani (es. corsi di lingua, corsi di informatica, ecc.) tenuti da studenti universitari o stagisti, che collaboreranno in stretta sinergia con la biblioteca e il centro studio. Tutto questo permetterà una maggiore integrazione tra i due più importanti centri diurni comunali.

 

7 BIBLIOTECA E CENTRO STUDIO, CENTRO POLIFUNZIONALE

 

Realizzeremo un centro polifunzionale a disposizione di giovani e meno giovani.

Il centro sarà composto dalla biblioteca rivisitata e rimodernata, con possibilità di consultare libri e riviste specialistiche riguardanti diverse materie, sia in formato cartaceo che digitale (emeroteca). Per questo la biblioteca sarà provvista di supporti e dispositivi informatici e di connessione wifi libera che intendiamo estendere ad altre zone ed edifici pubblici quali il Centro Anziani e le piazze centrali. Sarà dotata di spazi aperti a tutti dove si potrà studiare e svolgere attività di ricerca sia singolarmente che in gruppo.

Aperto più giorni durante la settimana ad orario continuato, il Centro contribuirà a consolidare il senso di aggregazione dell’intera comunità.

Ci sarà la possibilità di utilizzare le sale per sostenere corsi formativi e di approfondimento su svariati temi. Per il luogo di studio ed aggregazione, particolarmente mirato ai giovani, si pensa di recuperare i locali in via Mylius.

 

8 ACQUITRINO/PALUDE TRA LE VIE ALFREDO DI DIO E MONTE DEI PINI

 

L’area è divenuta con il tempo malsana e pericolosa.

Superando l’inconsistenza delle promesse non mantenute, dei costi e delle difficoltà che da un decennio ne hanno impedito la risoluzione, con una tecnica innovativa studiata da nostri esperti, di gran lunga meno costosa rispetto alle soluzioni fin qui inutilmente prospettate, risolveremo definitivamente il problema entro un anno.

In questo ambito verrà rivisto il sistema delle acque trattenute nelle vasche volano di Buzzano che hanno causato negli anni enormi costi e problemi. Rivedremo il progetto degli Amministratori in carica che prevede un invaso di 19.000 metricubi in Via Arianna con una spesa di € 800.000 (ottocentomila euro), che non risolve il problema degli allagamenti a valle, come gli stessi hanno confermato, ma altri guai e pericoli creerebbe per i residenti.

 

9 PARCO ALDO MORO

 

Daremo immediato avvio alla costruzione dei servizi igienici al Parco Aldo Moro.

 

10 UNA SEDE PER OGNI BORGO E PER LE ASSOCIAZIONI

 

Metteremo a loro disposizione i locali liberi nello stabile di Via Mylius.

 

11 FARMACIA

 

Avvalendoci della normativa di riferimento (DL 1/2012 “Cresci Italia”) che prevede una farmacia ogni 3.300 abitanti o frazione, apriremo una nuova farmacia comunale/municipalizzata (eventualmente consortile) oppure privata, ubicata nella parte bassa del paese, possibilmente nell’immobile già comunale di Via Libertà o nelle vicinanze.

Inoltre, come previsto dal DL 16/12/2010 sulla “Farmacia dei servizi” la farmacia erogherà ai cittadini esami di prima e seconda istanza complementari a quelli erogati dalla Mutua di Besnate, ed in collegamento funzionale con un centro di refertazione medica e secondo tariffario nazionale.

Questa sinergia con la storica Mutua di Besnate permetterà ai cittadini di usufruire nel complesso di servizi sanitari di alta qualità e in economia.

 

12 CUP – CENTRO UNICO PRENOTAZIONI

VISITE MEDICHE

 

Creeremo all’interno della nuova farmacia uno sportello in cui sarà possibile prendere appuntamenti per visite mediche e/o esami presso l’Azienda Ospedaliera di Gallarate.

Questo consentirà di evitare di recarsi agli sportelli dell’Ospedale. Gli appuntamenti potranno essere presi per effettuare prestazioni sanitarie presso gli Ospedali di Gallarate, Somma Lombardo e Angera.

 

13 FONDI REGIONALI ED EUROPEI - NUOVO ASILO NIDO

 

La presenza nella nostra squadra di professionisti preparati sul tema, ci consentirà lo studio per poter usufruire di fondi europei e regionali a disposizione dei progetti innovativi. Finalizzeremo le richieste a progetti specifici.

Il primo che possiamo annunciare è quello che riguarderà il recupero della storica villa di proprietà comunale di Via Jerago, acquistata con un lascito al Comune di benefattori nell’anno 1910, già sede dell’ambulatorio medico ed ora lasciata nel degrado. La pensiamo, ristrutturata, come

sede di un nuovissimo ASILO NIDO.

 

Quello esistente è inadeguato nelle dimensioni e sottrae spazio vitale alle scuole elementari. Poco frequentato anche a causa di rette fuori mercato, troppo elevate rispetto a quelle di paesi limitrofi.

Il progetto rientra tra quelli di rilancio del paese, con strutture che attraggano i giovani e facilitano la crescita dei figli in ambienti comodi e moderni.

Potrà diventare un modernissimo Nido di riferimento anche per i paesi limitrofi, con l’ampliamento dell’utenza si produrrà la riduzione dei costi di gestione e quindi la possibilità di rette differenziate a favore dei residenti.

 

14 IL RILANCIO DELLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE. IL P.I.P.

 

Lo sviluppo sostenibile con il rilancio delle attività produttive è un volano per creare ricchezza, ed evita il declino verso un paese dormitorio.

Rientra in questo concetto la revisione della destinazione urbanistica del Piano Insediamenti Produttivi già esistente, che si trova a sud/ovest del Paese in una posizione strategica e ideale per la viabilità, lungo la Via Gallarate, tra ferrovia, autostrada e bretella autostradale, di concezione superata in una società post-industriale.

Un’area che per vincoli legislativi non è possibile riconvertire in “agricola”, per la quale il Comune ha da tempo approvato e pagato il piano del le urbanizzazioni e della viabilità con l’innesto sull’attigua strada provinciale. L’attuale destinazione industriale non ci appare più adeguata al contesto socio-economico attuale.

Intervenendo con modifiche si attraggono fiorenti attività che produrrebbero occupazione, posti di lavoro e volano per tutte le attività di Besnate.

Le attuali destinazioni d’uso pongono dei vincoli al P.I.P. rendendolo inattuabile da decenni; modificandole e ampliandole con altre più ampie e miste per servizi, favoriremo gli investimenti che creano lavoro, escluderemo quegli insediamenti commerciali della grande distribuzione che potrebbero sottrarre spazio ai negozi del paese.

Pensiamo a strutture di logistica, servizi direzionali e commerciali legati alle attività da insediare o altro che definiremo sulla base delle richieste di mercato.

Stabiliremo valori reali di mercato, come previsto dalla legge, per le aree assoggettate ad IMU/TASI superando le iniquità attuali che colpiscono i proprietari.

 

15 PIANO CASA. P.E.E.P.

 

Il Piano di Edilizia Economica Popolare di Buzzano è presente da decenni nella pianificazione urbanistica, ma è mancata la volontà di favorirne l’attuazione. Il costo per il Comune è nullo e noi favoriremo quelle iniziative e quelle modifiche urbanistiche necessarie per agevolare i besnatesi che vorranno presentare un progetto.

 

SALVAGUARDIA

 

Miglioreremo i servizi già a disposizione dei besnatesi e frutto delle buone scelte e dell’impegno delle passate amministrazioni.

 

LA MIA SQUADRA

La mia squadra è formata, per la maggior parte, da persone che si affacciano per la prima volta al mondo dell’Amministrazione Pubblica. Si tratta di giovani, entusiasti, motivati, con eccellenti professionalità maturate nel mondo del lavoro e della scuola. A loro si affiancano personalità più mature che hanno una notevole esperienza nell’ambito della cosa pubblica e privata. Sono sicuro che, insieme, porteremo quel vento di rinnovamento che rilancerà il volano Besnate


 

 

 

 

TUTTI I CANDIDATI A:

 

www.besnatecivica.it/news/i-candidati-della-lista-di-besnate-civica-/

 

 

 

 

Seguici anche su:

  www.facebook.com/   e   twitter.com/

oppure visita la nostra pagina:

www.facebook.com/pages/Besnate-Civica-Associazione/232717003570401?fref=ts