"QUINTA COLONNA" MEDIASET, IN COLLEGAMENTO DA BESNATE

25.10.2013 20:55

QUINTA COLONNA A BESNATE   ? ............UNA FICTION PER PASSERELLA

Vengo anch'io ? No tu no ! Ma Perché ? Perché no !” .....Prendiamo spunto dalle parole del  grande Jannacci e dall’articolo apparso su La Prealpina di oggi 25 ottobre 2013 con l’intervista all’arch. Bordoni.

La “festa” Mediaset si è tenuta due giorni fa sotto il porticato della casa del centro ex-Osculati, di proprietà dell’architetto Livio Bordoni.

Noi pensavamo che il collegamento da Besnate in rete nazionale, avvenisse come il solito per dar voce alla gente comune, ai problemi della gente e del paese, con la pubblica e libera partecipazione dei cittadini, ovviamente……..………............…ma ci sbagliavamo.

I due politici locali in carica (e in scadenza), in mostra nelle prime file, avevano invitato qualche amico e indotto i signori del Condominio Monte dei Pini a presentarsi con striscione di protesta e cartelli al seguito, con la promessa che la trasmissione avrebbe riguardato la discarica in progetto davanti al cimitero (sull’argomento, sezione Articoli   www.besnatecivica.it/news/besnatesi-costretti-a-ricorrere-al-tar-contro-la-discarica-della-societ%C3%A0-coinger-srl-/        e        www.besnatecivica.it/news/oiattaforma-ecologica/ ).

I condòmini si erano premurosamente ma inutilmente presentati con i cartelli di protesta, altrettanto premurosamente “accantonati” dagli organizzatori dell’evento.

All’ingresso della “festa” selezione dei presenti, tu puoi venire, tu no, ….  Perché   ?  perché no! ….. ma perché ?   perché no!....è una proprietà privata e non puoi entrare!         GULP !

Alle quattro persone di BESNATE CIVICA che si erano presentate per partecipare alla trasmissione tra il pubblico, pronti eventualmente per istanze di natura besnatese :  “VOI NO,……PERCHE ?   PERCHE' NO, VOI FUORI.     MA PERCHE’ ?   PERCHE’ NO !”.     DOPPIO GULP !

Ma quelli di BESNATE CIVICA non demordevano, interpellavano il giornalista ROBERTO POLETTI, apparente difensore dei più deboli, delle persone vessate, persecutore e censore della casta e degli abusi.

La sua risposta ? “VOI FUORI, SE VOLETE VENITE CON I CARABINIERI…………..…BUONASERA”.    Coerenza grandiosa, come si evince.

Ci eravamo sbagliati, in collegamento da Besnate andava in onda una fiction, venuta poi anche male e poco coerente.

Oggi, 25 ottobre 2013, la Prealpina riporta l’intervista all’arch. Livio Bordoni il quale fa una ricostruzione del tutto personale della serata, che ci sarebbe stata lite, "dei prepotenti", gente venuta lì solo per disturbare una trasmissione” e poi in estrema sintesi addebita la colpa dell’accaduto al giornalista………“Assicura di non essere stato lui ad impedire a quei prepotenti di entrare, ma lo stesso giornalista…”. …….chissà chi sarà stato il colpevole del misfatto ……..il giornalista, l’architetto, i suoi seguaci politici in prima fila….?   BOH  !

Noi c’eravamo ma anche se allontanati nostro malgrado dalle telecamere, abbiamo visto un altro film, non c’era traccia minima di “prepotenti” e di “contestatori”.  Di certo c’è la brutta figura in onda nazionale. A Besnate mancava pure questa.

Ad ogni buon conto, abbiamo inviato a Mediaset una nota di critica sulla conduzione dell’evento besnatese e siamo in attesa di risposta. Terremo i cittadini informati sull’evoluzione.

I “politici” in passerella per la serata ci consentiranno una battuta :……….…cosa non si fa per apparire in TV, per paura che qualcuno ti rubi la scena o uno straccio di mezzo cadreghino……..….. povero paese !